×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

La campagna del Fiu contro Abbanoa fa tappa in città

Pubblicato: 24 Gennaio 2015

La campagna del Fiu contro Abbanoa fa tappa in città

24 gennaio 2015

TEMPIO. La campagna d'inverno del Fiu contro Abbanoa passerà anche per Tempio. A Sassari gli attivisti del Fiu (il Fronte Indipendentista Unidu) hanno richiamato l'attenzione di tutti con un gesto...

TEMPIO. La campagna d'inverno del Fiu contro Abbanoa passerà anche per Tempio. A Sassari gli attivisti del Fiu (il Fronte Indipendentista Unidu) hanno richiamato l'attenzione di tutti con un gesto clamoroso: l'occupazione simbolica della sede di Abbanoa e un sit-in per rendere pubblico il programma che intendono seguire. Programma che parte dalla denuncia delle tante mancanze attribuite all'agenzia che gestisce i servizi idrici nell'isola, e che vanno dall'emissione di bollette "matte" alla questione degli invasi "colabrodo" e alla non sempre chiara potabilità dell'acqua, soprattutto nel Sassarese.

Tra le lagnanze anche le sospensioni del servizio in caso di morosità, considerate "indebite" dal Fiu perché il cosiddetto "accesso all'acqua" è un diritto sancito addirittura dall'Onu.

Ultima, ma non meno urgente, sarebbe poi la questione del deposito cauzionale richiesto da Abbanoa, che il Fiu mette sul piatto degli atti non dovuti. Ce ne sarebbe anche per Tempio, dove più volte sono stati segnalati problemi con l'erogazione dell'acqua. «Il Fronte Indipendentista Unidu Gallura - dichiara Luigi Piga, che del Fiu è il referente territoriale - sostiene l'iniziativa di denuncia realizzata negli uffici di Abbanoa a Sassari. Invitiamo quindi la popolazione tempiese ad integrare in Procura l'esposto presentato lo scorso settembre nei confronti di Abbanoa per interruzione di pubblico servizio, fornendo dati precisi sulle innumerevoli interruzioni del servizio idrico subite senza preavviso che, soprattutto nel mese di settembre e ottobre, hanno arrecato enormi disagi alla comunità tempiese».

La concentrazione di più esposti potrebbe dare vita ad una vera e propria class action, uno degli strumenti nella cui efficacia il Fiu confida maggiormente. (g.pu.)

La Nuova Sardegna, 24 gennaio 2015

 

  link all'articolo

Accesso redazione

Utenti online

Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online

Utente