×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Prosegue la campagna nazionale del FIU contro l’occupazione militare.

Categoria: Comunicati

Z Militari 300x210

Sabato 18 aprile, alle ore 17.00, nella sala Aligi Sassu a Thiesi si terrà un incontro sull'occupazione militare in Sardigna. Con questa iniziativa e il successivo dibattito, il Fronte Indipendentista Unidu rimarca come fondamentale per la nostra Nazione la radicalizzazione territoriale del dibattito sull'occupazione militare, riproponendo questioni che sono più impellenti che mai quindi da sempre al centro dell'agire politico dell'organizzazione.
Proseguiamo nella lotta come da nostro programma politico:
dopo l'incontro organizzato a Casteddu lo scorso maggio sul PISQ, passando per la manifestada natzionale di Capo Frasca di settembre e il processo di Lanusei, il Fronte Indipendentista Unidu invita alla partecipazione sia a questo che a tutti gli altri momenti, in quanto necessari per poter rendere il più leggibile possibile al nostro popolo ciò a cui viene sottoposta la Sardigna da decenni: predazione ambientale, diseconomie croniche, sottosviluppo, malattie e spopolamento. E' necessario che quante più parti del nostro Popolo prendano coscienza del fatto che l'occupazione militare è la cartina tornasole di tutto il sottosviluppo della Sardigna; per questo la campagna contro l’occupazione militare non può che essere permanente e strutturata nei territori, come lo è l'opera di sfruttamento della Sardigna, che vede nell'industria bellica, addestrativa e sperimentale il fiore all'occhiello del dominio italiano che opera direttamente con le proprie strutture o garantisce nella sua Colonia la tranquillità degli affari per conto e interesse, ad esempio, della NATO.
Il Fronte Indipendentista Unidu ritiene vitale l’emancipazione del Popolo Sardo dalla schiavitù dell’industria bellica in un percorso di affrancamento complessivo dallo Stato italiano che guardi ad un futuro di Indipendenza e prosperità.
All'iniziativa saranno presenti Cesare Contu, relatore del Fronte Indipendentista Unidu, e Gianfranco Sollai, avvocato di parte civile nel processo per disastro ambientale contro il Poligono Interforze del Salto di Quirra.

Fronte Indipendentista Unidu

Accesso redazione

Utenti online

Abbiamo 31 visitatori e nessun utente online

Utente