×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

REGOLAMENTO ED ETICA DEL FRONTE

Regolamento-ed-Etica

 

Regolamento ed etica del Fronte

 

1. Può aderire al Fronte chi riconosce i principi espressi nella Carta dei Valori e nella Carta di Convergenza Indipendentista e si attiene alle regole espresse in questo Regolamento.

2. L’adesione al Fronte* è a titolo individuale e può avvenire solo all’interno delle Assemblee territoriali e nazionali, così come l’uscita.

L’attivista del Fronte è chi aderisce alla Carta dei Valori, alla Carta di Convergenza e chi accetta il Regolamento, non è  iscritto a partiti italiani o collaborazionisti degli stessi, non lavora nelle truppe di occupazione militare e di polizia e non ha mai avuto chiara complicità con le politiche di aggressione del colonialismo italiano.

Le assemblee del Fronte sono aperte a tutti i simpatizzanti, che possono intervenire e proporre ma non votare.

3. Gli aderenti al Fronte sono liberi di fare proposte sulle eventuali scelte politiche e organizzative e non, interne e non, e sono liberi di esprimere, qualora lo ritengano opportuno il proprio dissenso esclusivamente nelle assemblee territoriali.

4. Gli aderenti al Fronte s’impegnano a portare avanti, propagandare, diffondere e sviluppare il pensiero, le iniziative ed i progetti del Fronte stesso nel migliore dei modi e nei metodi stabiliti, collaborando e creando spirito di gruppo e coesione.

5. Il Fronte non è un partito, in quanto tale non ha un presidente, un segretario ed una segreteria politica, ma un organo collegiale formato dai delegati democraticamente eletti dalle assemblee territoriali (provinciali), che in quanto tali portano al tavolo le proposte assembleari, le articolano e le discutono trovando una giusta sintesi. Ogni delegato dura in carica un anno e può essere sostituito o dalla sua assemblea territoriale o da quella dei delegati nel caso in cui le stesse non ritengano sufficiente o congruo il lavoro svolto. Inoltre un numero di assenze superiore a tre senza validi motivi decreta il decadimento del delegato.

6. Organizzazione e struttura**

Il Fronte si struttura in:  Assemblee Territoriali, Assemblea dei Delegati, Portavoce, Responsabile Propaganda, Ufficio Stampa, Cassiere e Responsabile del Finanziamento.  Gli incarichi nazionali quali: Portavoce, Responsabile Ufficio Stampa, Cassiere, Responsabile del finanziamento sono eletti dall’ Assemblea dei Delegati, hanno durata annuale, sono in qualsiasi momento revocabili, non hanno un ruolo politico ma meramente tecnico.

Il Responsabile della Propaganda ha le stesse prerogative ma è eletto tra i portavoce dagli stessi.

I Delegati democraticamente eletti dagli iscritti nell’Assemblea Territoriale hanno il compito di organizzare l’attività politica nel proprio territorio con gli aderenti, riportare nell’Assemblea dei Delegati le proposte degli iscritti e sulla base di queste hanno potere decisionale.

I Portavoce hanno il compito di sintetizzare la linea del Fronte e di elaborare comunicati, articoli da divulgare alla stampa, nonchè rilasciare interviste alla stampa locale e nazionale. Possono prendere decisioni organizzative impellenti attenendosi alla linea politica sviluppata sino a quel momento dall’assemblea.

I Portavoce sono eletti dall’Assemblea dei Delegati e variano di numero a seconda del caso.

I Delegati Provinciali o loro incaricati possono essere Portavoce a livello territoriale.

Il Responsabile Ufficio Stampa si dovrà occupare di tenere i rapporti con la stampa, inviare i comunicati sotto la direzione dei portavoce.

Il Responsabile della Propaganda cura l’impostazione della propaganda ma non ne cura i contenuti politici che vengono stabiliti dall’assemblea dei delegati.

Il Responsabile del Finanziamento e Cassiere coordina e organizza iniziative di autofinanziamento e tiene i conti del fronte.

7. Eventuali comportamenti ritenuti incongruenti ed inaccettabili saranno discussi ed analizzati dalla Assemblea coinvolta e ogni decisione potrà essere ratificata dall‘Assemblea dei Delegati.

8. L’ Assemblea dei Delegati, preso atto delle proposte delle Assemblee Territoriali, è sovrana per quanto riguarda i rapporti politici tra il Fronte e le altre forze politiche e comunque avversa le posizioni politiche in contrasto con la Carta dei Valori, la Carta di Convergenza e la mancanza del rispetto di questo Regolamento.

 

 

*Al momento dell’adesione si richiede all’iscritto di versare una quota dai 5,00 ai 10,00 Euro (o più), a seconda delle sue possibilità, per finanziare le atticvità politiche del Fronte.

** L’organizzazione e la struttura del Fronte non sono definitivi ma sono in continuo aggiornamento e perfezionamento.

Accesso redazione

Utenti online

Abbiamo 30 visitatori e nessun utente online

Utente